sabato 25 gennaio 2014

Intervista a Ghigo Renzulli, 25.01.2014

Per iniziare con le sorprese ecco una bella intervista realizzata dal nostro staff a Ghigo per ripercorrere la sua carriera musicale e non solo.

Ciao Ghigo, Da anni sei il "padrino" del rock italiano: come vivi il fatto di aver spinto a suonar la chitarra e di esser d'ispirazione continua per migliaia di giovani musicisti?
Sono contento che quello che faccio , fondamentalmente per me, piaccia anche a tanti altri…ho sempre cercato di essere istintivo nel suonare lo strumento e questo e' il consiglio più' grande che do' a tutti i chitarristi : invece di fare troppe scale, cercate di trasportare sulla chitarra quello che vi passa per la testa in quel momento , e cercate di trasmettere sensazioni , invece di voler far vedere agli altri quanto siete bravi a suonare.

Quali artisti e quali generi musicali ti hanno influenzato nel gusto musicale e nelle decisioni artistiche?
Io sono nato con la musica rock degli anni '60 e '70 ma ho sempre apprezzato anche il Blues, il Rock&Roll, il Rythm &Blues, il Jazz non troppo dissonante, il Country&Western, il Bluegrass, la musica popolare di tutti i paesi del mondo, le grandi orchestre ed anche un po' di musica classica…mi piace la musica a 360 gradi, basta che sia bella e piena di significati…poi ho apprezzato e sono entrato dentro anche ai movimenti musicali successivi : tipo il punk. gli anni '80, i '90, rap e Hip-Hop compresi… dopo , per me , non c'e' stato quasi più' niente di interessante… comunque i chitarristi che mi hanno influenzato all'inizio sono stati John Fogerty dei Creedence Clearwater Revival e John Cipollina dei Quicksilver Messenger Service, oltre chiaramente ai mostri sacri tipo Page, Hendrix, Iommi e Blackmore…di quelli odierni, apprezzo in particolar modo Frusciante dei Red Hot Chili Peppers.

Secondo te quali sono i pro e contro tra una band da "cantina" e una da "studio"? Per cantina si intende la band che prova solamente mentre da studio la band quando si trova in sede di registrazione e deve curare gli arrangiamenti e le costruzioni dei vari brani che finiranno su cd.
E' difficile dare una risposta a questa domanda… anche perché' una band che registra in studio e' anche una band di "Cantina" o sala prove…esistono pochissime band già' fatte da studio, in genere sono formate da bravissimi musicisti turnisti che danno il pacchetto band ai vari cantanti o produttori musicali….un esempio su tutte e' la band di Corrado Rustici, famosissimo produttore musicale (Zucchero, Elisa, Negroamaro e ora anche Ligabue) che viene imposta, in genere , da Corrado alle produzioni fatte da lui… il resto del mercato e' formato da musicisti turnisti singoli, più' o meno bravi e più' o meno quotati…Discorso completamente diverso per le band… le band in genere sono molto meno tecniche ma più' istintive, ma dei componenti di band che fanno musica loro, con l'esperienza di studio, possono arrivare a livelli tecnici inarrivabili anche per il più' grosso turnista…un esempio? Blackmore dei Deep Purple, che diceva spavaldamente : potrei usare come scope per pulir casa la maggior parte dei chitarristi mondiali….(ahahahah… modesto!… ma aveva ragione!) oppure caposcuola come Hendrix o come Van Halen che hanno inventato degli stili chitarristici ben precisi.

Prima dei Litfiba, militasti nei Cafè Caracas insieme a Raf; come nacque il gruppo? I vostri concerti (Rasta way è tratto dall'esibizione al Banana Moon) erano seguiti e suonavate cover o pezzi inediti?
Conobbi Raffaele Riefoli (RAF) in piazza santo spirito a Firenze.. nella fine del 1978 eravamo praticamente gli unici due punk di Firenze, mentre tutti portavano ancora i pantaloni a zampa di elefante… Ci trovammo subito in sintonia e cominciammo a frequentarci ,oltre che a formare una band insieme….Era ed e' un grande musicista ed artista, anche se non condivido le scelte musicali che ha fatto in seguito….cominciammo subito a fare musica nostra, anche se facemmo la cover di una canzone di Mina… Tintarella di luna…dopo qualche concerto la popolarità' comincio' a crescere velocemente… avevamo dalla nostra anche Red Ronnie che ci definiva i Police Italiani, ma più' solari e simpatici. facemmo tanti concerti e tanti festival ed arrivammo a fare la spalla dei Clash...

Passiamo ai Litfiba, tu sei l'unico membro che c'è sempre stato nella loro lunga storia dal 1980 al 2013 ed hai cavalcato epoche diverse (anni '80, anni '90, anni '00 e anni '10) con altrettante espressioni di "musicalità italiana", qual'è l'incarnazione che preferisci e perché?
Mi sono sempre un po' incarnato nei generi musicali che hanno attraversato la mia vita…negli ottanta suonavo la musica anni ottanta, nei novanta quella anni novanta etc. etc. ...sono particolarmente legato alla musica anni '90 ma con le contaminazioni elettroniche di quella degli anni'00...

Tournèè in Russia e in Australia per la promozione di 17 Re. Che esperienze furono e Il pubblico come reagì? Raccontaci aneddoti se ne hai.
Piu che aneddoti, ci sarebbe da scrivere un libro o due….Furono esperienze fortissime…il pubblico reagì tutto sommato bene in Australia (dove vivevano tanta musica) e benissimo in Russia ( dove c'era ancora il comunismo e di rock ne circolava poco)…Per gli aneddoti fammi più' in la delle domande più' precise e specifiche e io ti scrivo un po' del libro… ahahaha…ce ne sono a centinaia…a cominciare dalla nostra accompagnatrice ufficiale del KGB in Russia (Svetlana) o del pubblico, per meta' in uniforme militare, nel nostro concerto al palasport di Mosca insieme ai CCCP e ad una pietosa soubrette russa della quale non ricordo il nome, che era la brutta copia russa di Sabrina Salerno, ma che era li' fondamentalmente perché' era l'amante dell'organizzatore… ahahaha… come e' piccolo il mondo.

La mitica titletrack di 17 Re la suonaste mai in sede live?
Questa e' una risposta facile… NO…l'unica registrazione esistente, che posseggo io, e' ripresa live in sala prove in via de' Bardi..

Durante un'intervista Gianni Maroccolo (terralba 2012) disse: "se i Litfiba son diventati famosi il merito è di Ghigo che durante i primi anni ci martellava le palle costringendoci a provare ore e ore di seguito lo stesso pezzo sino allo sfinimento". Oggi che sei un musicista affermato come svolgi i preparativi per il tour? C'è la stessa cura maniacale o sei più rilassato?
Nella Band ero in ogni caso il musicista con più' esperienza…avevo abitato a Londra per due anni frequentando l'ambiente musicale e venivo dalla esperienza Cafe' Caracas con Raf che era arrivata anche a fare la spalla dei Clash …Sono più' rilassato per quanto riguarda il mio carattere, ma sono sempre pignolo e pretenzioso per quanto riguarda la resa musicale…anzi, forse anche di più'.. ma non chiedo mai agli altri quello che non sia in grado di fare anche io...

Sempre riguardo al tour, come viene decisa la scaletta dei pezzi da provare? Ad esempio è curioso il caso di due brani di Grande Nazione "Tutti Buoni" e "Tra Te e Me" che sono tuttora inediti in live, c'è una ragione in proposito?
Mah…in genere lascio maggior potere decisionale a Piero, che in ogni caso deve cantare i brani scelti e se li deve sentire addosso in quel periodo..chiaramente dico anche la mia, soprattutto se non ritengo un brano adatto al tipo di spettacolo che stiamo mettendo su…si scelse di non suonare tutti i brani perché' ci consigliarono di non mettere tutte le castagne sul fuoco…a quanto pare facevano tutti così… ma per il futuro me ne fregherò' di quello che fa il resto del mondo...

Cosa pensi dei fan che seguono da vicino la band da anni, supportandola comprando i cd e quelli che la seguono per moda, conoscendo solo le hit del momento? Sempre a riguardo, ci sono diversi "collezionisti" che comprano/vendono a peso d'oro demo e live inediti dei Litfiba; c'è una remota possibilità che queste composizioni vedano la luce su un prodotto ufficiale a tiratura limitata rivolto ai collezionisti cronici? Ti citiamo ad esempio il cofanetto dei C.S.I. venduto tramite la piattaforma MusicRaiser dove è il pubblico a finanziare preventivamente il progetto in modo da ridurre i rischi. Pensi sia una strada percorribile anche per voi?
Non so…. dovrei consultarmi con Piero, e per le cose più' vecchie anche con gli altri. Non mi piace moltissimo fare mercificazione di queste cose… non a caso quando il tribunale di venezia mi dette 800 copie di Eneide provenienti dal magazzino della suono record con cui avevamo finito la causa, regalai personalmente le copie ai Fans dopo i concerti… con il senno di poi ,non so se ho fatto bene, perché' tanta gente si e' poi rivenduta la copia a cifre esorbitanti… in ogni caso, anche se cerchi di fare del bene, ti devi sempre scontrare con la avidità' umana… Non sopporto gli sciacalli del mercato nero… io sarei piuttosto dell'idea di mettere gratis in rete queste rarità' così chi vuole se le scarica e si mette la parola fine agli strozzini, ma non sono l'unico a decidere su queste cose… mi dispiace pero' per quelli che hanno già' speso tanti soldi per acquistare questo materiale… ci devo pensare…. in ogni caso ringrazio tutti i nostri Fans, in particolar modo quelli che ci seguono da anni e ci hanno sempre supportato, il famoso zoccolo duro,che se non ci fosse, sarebbe un grosso problema…grazie a tutti voi Diavoletti.

Pochi giorni fa è tornato alla ribalta Cabo (ex frontman dei Litfiba dal 2000 al 2006) con una cover di Heroes di David Bowie, possiamo aspettarci una collaborazione per un brano o per un concerto?
Quien sabe??' tutto e' possibile, io in questo momento storico sto componendo materiale, e tutto e' possibile...

Durante questo "fermo biologico" dei Litfiba, notiamo dai tuoi post sui social network che sei comunque attivo in studio, cosa dobbiamo aspettarci per il futuro un tuo disco solista o una raccolta d'idee per un prossimo album Litfiba? Nel caso tu stessi preparando un disco solista lo vorresti solo strumentale o coinvolgendo altri artisti? (vedi caso Maroccolo con Vdb23 dove tu stesso hai partecipato).
Come dicevo prima tutto e' possibile … Io ,di base ,nella vita faccio il compositore chitarrista, nei periodi in qui ho voglia e idee, io compongo a prescindere… non so ancora dove finirà' questo materiale…. può' rimanere nel mio archivio (come tanto altro materiale che ho), essere utilizzato per un mio disco soprattutto strumentale, o finire nel prossimo disco Litfiba, o addirittura entrambi… in ogni caso coinvolgerò' altri artisti, perché basso, batteria e tastiere non li suono io, posso fare delle tastiere con la mia nuova chitarra synt o anche suonarmi i bassi ma desidero che ci siano altri musicisti… e se faro' un mio disco strumentale, probabilmente uno o due brani saranno anche cantati...

Concludiamo con un saluto al GRFC
Bene…ci siamo inizializzati….!!! Mi piace augurare a tutti noi un bel" in culo alla balena" sperando sempre che non caghi…. ahahahah… ciao a tutti!!! Ghigo.